SEO DI SUCCESSO: ECCO IL SANTO GRAAL

seo-di-successo

SEO di successo: come raggiungere il Santo Graal per creare siti web primi su google?

Realizzare un sito web è ormai alla portata di tutti (o quasi), ma avere un sito web di successo è un privilegio di pochi. Si sente spesso parlare di SEO, SEM, Web Marketing, posizionamento e ottimizzazione, ma siamo certi di sapere di cosa si tratta e soprattutto come mettere in pratica la strategia e la teoria?

Cerchiamo di scoprire insieme i segreti più nascosti per poter affermare con tranquillità di avere un sito web e soprattutto… di successo!

Analisi SEO, la base del calice prima di tutto!

Fare analisi SEO significa prendere in considerazione due aspetti tecnici principali: SEO on-page e SEO off-page. Il primo riguarda tutte (o quasi) le pagine che compongono il sito web, il secondo si riferisce a tutte le connessioni esterne al sito e che sono collegate ad altri siti web. Ma entriamo più nel dettaglio.

L’ottimizzazione SEO on-page agisce direttamente sul codice, sui contenuti e sulla struttura della pagina consentendo di incrementare l’efficienza del sito nel medio e lungo periodo e garantendo il miglioramento dei tassi di conversione. Deve essere studiata con accuratezza e precisione.

Se fatta con criterio la SEO Optimization varrà per sempre, e il traffico organico sarà maggiormente targettizzato rispetto al tema del sito e non si incorrerà in penalizzazioni da parte dei motori di ricerca.

Un consiglio davvero prezioso: curate i contenuti del vostro sito! Dedicate del tempo alla stesura dei testi ed assicuratevi che siano di qualità. Studiate l’architettura del sito in modo tale da renderlo intuitivo e navigabile, sia agli occhi degli utenti, sia ai robot dei motori di ricerca.

L’ottimizzazione SEO off-page è la chiave che permette di agire su tutti i link in ingresso al proprio sito; non si ha un controllo diretto di questi, ma costituiscono un fattore determinante sulla popolarità e il ranking delle nostre pagine web.

L’aspetto più importante che comprende il numero e la qualità dei link in entrata da altri siti, i cosiddetti backlink: maggiore è il numero di siti che vi citano linkando alle vostre pagine, più sarà alta la posizione del vostro sito nel ranking dei motori di ricerca.

Un bel sito, dal design accattivante, non è sufficiente a posizionarsi in alto! Attenzione però, anche i backlink devono rispettare alcuni parametri, soprattutto di qualità. L’ anchor text migliore deve contenere una parola chiave e non tutti i link in entrata devono avere la medesima keyword. Il link in entrata deve provenire da una pagina con un buon ranking e ben indicizzata. Il tema delle pagine in entrata deve essere attinente con il nostro. Sembrano tante regole, è vero, ma se seguite fedelmente il risultato premierà la pazienza e la costanza nel seguirle.

Posizionamento dei siti web, questione di tempo e tecnica

Per ottenere un buon posizionamento occorre dedicare del tempo alla struttura del sito e al codice stesso. Tempo e giusta tecnica sono gli ingredienti magici per la buona riuscita dell’incantesimo di posizionamento.

Il primo passo da compiere è assicurarsi che l’indirizzo del sito sia rintracciabile sia attraverso directory, sia attraverso motore di ricerca. Una volta suggerito il sito a una directory, questo sarà visitato e valutato da una persona che deciderà la validità o meno del progetto.

La più famosa directory è dmoz e vale la pena spendere qualche minuto per suggerire il vostro sito!

Suggerire il sito a un motore di ricerca, invece, comporta l’analisi dello stesso da parte di uno spider che provvederà a inserire i dati raccolti in un apposito database. A differenza della directory, con lo spider vengono analizzate tutte le pagine del sito (non solo la homepage) e la verifica avviene periodicamente nel tempo.

Oltre a queste due operazioni, occorre dedicare tempo e testa, alla scelta delle keyword: una selezione studiata e ben ponderata delle parole chiave che volete utilizzare per posizionare il sito è la tecnica migliore per ottenere risultati soddisfacenti nel tempo.

Pensate anche a ciò che solitamente gli utenti utilizzando per fare ricerche, non solo parole singole, ma anche associazioni di almeno due parole o a coda lunga! Analizzate i vostri competitor e il mercato in cui il vostro business si colloca. Meglio se ricercate nicchie, piuttosto che ambiti generici che risultato maggiormente complessi da posizionare.

Per sapere quali keyword utilizzare per raggiungere una SEO di successo, potete utilizzare uno dei tantissimi tool presenti in rete.

Come detto poco più su, anche la scrittura del codice ricopre un ruolo strategico nel posizionamento del vostro sito. Dedicare del tempo alla cura e impostazione dei tag è un’azione imprescindibile per ottenere i risultati sperati.

I principali tag da rispettare sono il title, la meta description, l’h1 e l’h2. Il primo consente di identificare con accuratezza il contenuto della pagina (non deve essere differente e discordante, altrimenti si rischia l’effetto opposto, ossia la penalizzazione!); la meta description rappresenta una descrizione breve del contenuto della pagina e deve contenere le parole chiave sulle quali avete deciso di lavorare per posizionare il vostro sito. Infine, non dimenticate di inserire nel codice HTML delle vostre pagine gli h1 e gli h2, ossia titoli e sottotitoli. Siano essi articoli o pagine categoria da ottimizzare, è fondamentale scrivere in ottica SEO e quindi inserendo le parole chiave scelte non solo nei testi, ma anche, e soprattutto nei titoli e nei sottotitoli.

Ottimizzazione SEO?

Principali consigli e suggerimenti

Una volta impostate e avviate le attività di posizionamento, al fine di ottenere una buona ottimizzazione SEO, è necessario monitorare periodicamente il ranking del vostro sito e delle parole chiave scelte, compiendo correzioni in caso di risultati poco soddisfacenti. Inoltre, è fondamentale continuare ad aggiornare il sito con nuovi articoli, sempre redatti e pubblicati in ottica SEO.

Un’eccellente ottimizzazione SEO, è tale solo se non si incorre in alcuni errori. Vediamo insieme i principali.
Va bene ottimizzare, ma senza esagerare! Abusare rischia di penalizzare e annullare ciò che il buon senso porta a fare. Evitare le ripetizioni assidue delle keyword e i title dei link, è il consiglio migliore che possiate seguire!

Progettate e create il vostro sito in modo lineare, facilmente navigabile e intuitivo, soprattutto perché lo spider non indicizzerebbe tutti i contenuti, se questi sono nascosti e articolati. Tenete lontano dalla vostra mente il cloacking: non cercate di imbrogliare i motori di ricerca creando due volte la stessa pagina, la prima inerente al sito, la seconda ottimizzata, volta esclusivamente al miglioramento del posizionamento e nascosta agli utenti.

Stesso discorso per la cosiddetta doorways, che consiste nella creazione di una pagina ottimizzata che viene re-indirizzata ad un’altra pagina! Infine, prestate molta attenzione all’implementazione troppo rapida dei backlinks: migliaia di inbound link in un solo giorno sono molto sospetti e i motori di ricerca penalizzano le tecniche di black-hat!

Se seguirete queste linee guida, i vostri siti web saranno certamente di successo e ben indicizzati!